Homepage > News > Longagnani

NEWS

Sintesi delle principali adempimenti e relative scadenze in materia di Ambiente

In Longagnani

MUD 2019

(scadenza prevista il 30 aprile 2019)

E’ prevista la consueta dichiarazione dei rifiuti prodotti e/o gestiti nel 2018 da trasmettersi alle CCIAA competenti per territorio entro il 30 aprile 2019 tramite apposito modello.

L’invio dovrà avvenire esclusivamente per via telematica.

Come gli anni scorsi seguirà nostra circolare a fine febbraio con la modulistica necessaria per la raccolta dei dati (delega, carta identità LR, dati aziendali aggiornati, ecc.)

 

 

OBBLIGHI SISTRI

Come noto (vedi nostra circolare 16/18) il SISTRI è stato abrogato a partire dal 01/01/2019.

A breve il DL dovrebbe essere convertito in legge, sancendo così la fine definitiva del sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

Per quanto concerne i dispositivi in dotazione alle aziende (token USB e Black Box) da parte del Ministero ad oggi non ci sono ancora indicazioni di sorta circa le modalità di restituzione.

Resta inteso quindi che, nel 2019 non si dovrà pagare alcun contributo, ne altresì effettuare alcuna modifica all’iscrizione in essere

 

 

TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI

Per quanto concerne la tracciabilità dei rifiuti, in attesa delle nuove modalità di gestione da parte del Ministero, resta ancora obbligatoria la tenuta in modalità cartacea o elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di identificazione dei rifiuti, sanzionabili in caso di errori/omissioni.

 

 

ALBO GESTORI AMBIENTALI

Le imprese iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali devono pagare il diritto annuale in base alla categoria e alla classe di appartenenza entro il 30 Aprile 2019.

Il pagamento deve essere effettuato accedendo alla propria area riservata sul sito https://www.albonazionalegestoriambientali.it/Impresa/Login.aspx (con la stessa password dell’anno scorso) tramite carta di credito oppure estraendo il MAV da pagare presso la propria banca (anche via home banking).

Si segnala che il sistema, ogni anno dal 1 gennaio, attiva automaticamente gli importi dovuti, pertanto è già possibile procedere con i pagamenti.

Infine si fa presente che dal Comitato Nazionale dell’Albo, è stato assegnato un termine tassativo (20 maggio) alle sezioni regionali per approvare d’ufficio la sospensione dell’autorizzazione alle imprese che non hanno effettuato il pagamento entro il 30 aprile.